I nostri principi

1. L’Europa non può fallire

Se tutti coloro che credono nell’Europa o che ne beneficiano non diventano più attivi votando nelle elezioni, l’Unione Europea potrebbe implodere nel futuro prossimo. Le prossime elezioni nei Paesi Bassi, in Francia ed in Germania sono d’importanza essenziale. È in ballo la sopravvivenza dell’Europa.

2. È in gioco la pace

L’Unione Europea era ed è prima di tutto un’unione per garantire la pace. Chi vuole vivere in tempo di pace deve impegnarsi per l’Europa.

3. Siamo tutti responsabili

Ognuno di noi è responsabile per il fallimento o il successo del proprio futuro, nessuno ha scuse. Non basta pensare che tutto tornerà a posto, e quest’atteggiamento è anche oltretutto pericoloso. Chi non fa nulla aiuta le forze antieuropee. L’Europa ha bisogno di tutti noi. Tutte le diverse parti della società hanno l’obbligo di opporsi a tendenze distruttive e andanti a ritroso. L’Europa non deve farsi dividere.

4. Alzati e vai a votare

Facciamo in modo che l’idea dell’Europa sia visibile e udibile. Dai il tuo voto a partiti a favore dell’Europa. Siamo convinti che la quantità di persone che vedono l’idea europea in luce positiva sia molto più grande degli anti-europeisti. Dobbiamo però alzare la voce per trovare un pubblico che ascolti e per diffondere le nostre convinzioni. Vogliamo risvegliare la maggioranza silenziosa.

5. I diritti fondamentali e lo stato di diritto sono sacrosanti

La libertà individuale, la giustizia e lo stato di diritto devono continuare ad essere garantiti in tutta Europa. Le leggi attuali di ogni aspetto della vita dell’individuo devono essere mantenute e attuate anche in futuro. Giudici indipendenti devono continuare ad attuare la funzione di controllo. Attività di Stato devono continuare sulla base di leggi promulgate legittimamente. Già oggi, in Paesi d’Europa, la stampa e la libertà di parola vengono limitate. Questo fenomeno va fronteggiato.

6. Le libertà costituzionali europee non sono negoziabili

La libertà di circolazione di persone, beni, trasferimento di fondi e servizi – le libertà europee di base – sono conquiste storiche che hanno creato una comunità a partire da singoli Paesi. Garantiscono la libertà individuale e la prosperità. Una riduzione di queste libertà avrebbe conseguenze economiche e personali drammatiche. Soltanto preservando la totalità delle libertà di fondo si può continuare a garantire l’associazione di diritti e di doveri. Accordi speciali ed eccezioni porterebbero ad un’erosione della comunità.

7. Le riforme sono necessarie

L’Europa deve essere mantenuta, così che possa migliorare. L’idea fondamentale europea deve tornare ad essere comprensibile e vicina ai cittadini. Deve partire dal basso per essere portata verso l’alto. L’Europa deve tornare a far felici. Chi ne esce non può più cambiarne la forma.

8. La diffidenza deve essere presa sul serio

L’Unione Europea non è fine a se stessa. Il suo compito è di trovare soluzioni a temi che i cittadini trovano importanti. Ci si deve concentrare sulle sfide essenziali del nostro tempo. Dubbi e discontento verso l’Unione Europea devono essere ascoltati, le loro cause devono essere affrontate, così che le paure si trasformino in fiducia.

9. La varietà e le cose in comune

La varietà in Europa è magnifica. Il programma europeo deve aiutare a mantenerla, assieme a identità regionali e nazionali. Allo stesso tempo, c’è così tanto che accomuna e connette noi europei. I concetti di varietà e di comunità non si contraddicono, e nessuno deve dover scegliere tra un’identità regionale, nazionale o europea.

10. Tutti possono e dovrebbero partecipare

Pulse of Europe è un’iniziativa civile per preservare l’Europa – indifferentemente da partito o religione. Chiunque accetta l’idea europea di fondo può impegnarsi con noi. Il battito d’Europa deve essere sentito nuovamente!

Let’s be the Pulse of Europe!